come curare le emorroidiUna cosa è certa: quando si tratta di crisi emorroidarie, è importante andare a fondo del problema. Ciò significa che bisogna sottoporsi a un trattamento in grado di guarirvi definitivamente.

Tuttavia, bisogna anche agire nel quotidiano, poiché questi trattamenti possono impiegare diverse settimane prima di fare effetto. L’obiettivo è di ridurre al massimo i vostri dolori, se non, addirittura, di farli sparire.

Ecco un vademecum da portare sempre con voi. Si tratta di 8 semplici consigli da mettere subito in atto. Sono azioni che vi permetteranno di alleviare i dolori emorroidari, ma anche di prevenire crisi future.

1- Crisi emorroidarie: passare meno tempo seduti in bagno

come curare le emorroidi - meno tempo in bagnoI water moderni usati nei paesi occidentali sono particolarmente inadatti in questo caso. La posizione seduta non è naturale e vi costringe a contrarre la zona anale in maniera eccessiva.

Cercate, dunque, di passare il minor tempo possibile seduti in bagno. Evitate, ad esempio, di leggere per ore sul water: così facendo, infatti, sollecitate e mettete sotto pressione la zona anale per niente. Ciononostante, non bisogna nemmeno evitare di andare di corpo: trattenersi, può causare stitichezza.

Il mio consiglio

Se ne avete modo, cercate di andare di corpo in posizione accucciata (la meno dolorosa per le persone affette da crisi emorroidarie); potete farlo in un bagno alla turca o anche in aperta natura.

2- Eliminare la carta igienica

Ovviamente, non è sempre facile fare a meno della carta igienica, specie se non vi trovate a casa vostra.

Tuttavia, se ne avete modo, evitate il più possibile la carta igienica: tramite lo sfregamento, tende, infatti, ad accentuare le irritazioni al livello anale. Irritazioni, che aumentano l’infiammazione delle vene all’origine dei dolori emorroidari.

Il mio consiglio

Ogni qual volta potete, sostituite l’uso della carta igienica con un lavaggio della zona anale a base di semplice acqua. Se la cosa non vi è sempre possibile, portatevi appresso delle salviettine per neonato da usare al posto della carta igienica.

3- Usare delle salviettine

come curare le emorroidi - usare delle salviettineCome ho scritto nel punto precedente, portatevi sempre appresso delle salviettine da usare all’occasione.

Hanno due effetti positivi: innanzitutto, possono sostituire la carta igienica, fin troppo irritante.

Secondo, vi consentono di mantenere un’igiene ottimane della zona anale. Delicate e prive di sostanze aggressive (scegliete, preferibilmente, quelle usate per i neonati), sono un aiuto prezioso nella vita di tutti i giorni.

Il mio consiglio

Assicuratevi di averne sempre qualcuna con voi: nella giacca o, se siete donne, nella borsa.

4- Avere un’igiene impeccabile

È fondamentale fare attenzione all’igiene della zona anale. Una crisi emorroidaria scaturisce dall’infiammazione delle vene che vi si trovano: va dunque evitato ogni tipo d’infezione.

A tal fine è necessario aver cura di pulire regolarmente la zona anale, senza sfregamenti eccessivi e usando dell’acqua.

Il mio consiglio

Lavatevi più volte al giorno, specie dopo ogni passaggio delle feci (defecazione). Usate soltanto dell’acqua (soprattutto niente sapone, niente bagnoschiuma, niente sostante profumate, essenze, ecc…)

5- Indossare vestiti comodi

Le crisi emorroidarie sono già di per sé abbastanza dolorose: inutile aumentarne il dolore indossando vestiti troppo stretti. Questi non fanno altro che aumentare l’irritazione a causa del ripetersi dello sfregamento sul corpo e, soprattutto, sulla zona soggetta a crisi.

Il mio consiglio

Scegliete vestiti comodi che riducano al massimo il rischio di sfregamento sulla zona. Se potete, quando siete a casa evitate di indossare la biancheria: le vostre zone sensibili ne beneficeranno.

6- Fare delle abluzioni

come curare le emorroidi - abuzioniLe abluzioni son note per alleviare i dolori emorroidari. Consistono nell’immergere la zona anale in una bacinella o direttamente nella vasca da bagno.

Se potete fare più abluzioni al giorno, non esitate. Generalmente alleviano i dolori e garantiscono una migliore igiene dell’area infiammata.

Il mio consiglio

Fate delle abluzioni con l’acqua fredda, se non addirittura freddissima. Le basse temperature vi permetteranno di ottenere un effetto anestetizzante.

7- Raffreddare la zona anale

come curare le emorroidi - raffreddare zona analeCome per le abluzioni con acqua fredda, l’obiettivo è di approfittare delle proprietà anestetizzanti del freddo. Andremo dunque a usare dei cubetti di ghiaccio per raffreddare la zona infiammata.

Non bisogna mai mettere il ghiaccio a diretto contatto con la superficie. Va anzi messo in un asciugamano o in un tessuto morbido e lasciato riposare per almeno 30 minuti. Anche in questo caso, non esitate a ripetere l’operazione più volte al giorno.

Il mio consiglio

Stendetevi sulla pancia, in modo che la zona anale non sia a contatto con le lenzuola. In tal modo, non ci sarà alcuna pressione esterna sull’area infiammata. Adagiate l’asciugamano con i cubetti di ghiaccio sulla zona anale e rilassatevi.

8- Bere molta acqua e mangiare molte fibre

come curare le emorroidi - acqua e fibreNon si può sorvolare su queste due cose. Vi aiutano nel raggiungimento di un obiettivo fondamentale ed essenziale: facilitare il transito intestinale ed evitare la stitichezza, rendendo le feci più morbide.

Come ormai è ben noto, si consiglia di bere 1 litro e mezzo di acqua al giorno, l’equivalente di 8 bicchieri grandi. È un’abitudine che sarà benefica per l’intero organismo e non solo nell’ambito di un trattamento antiemorroida

rio.
Per quanto riguarda l’apporto di fibre, sono fondamentali per il transito intestinale e per le loro proprietà lassative.

Potete trovare una guida completa sull’argomento “emorroidi e alimentazioni” e anche “9 idee per una dieta ‘furba’ quando si è vittime di emorroidi”.

Il mio consiglio

Questa “dieta” non va intesa come qualcosa di frustrante, ma approfittatene, anzi, per rivedere le vostre abitudini alimentari.

Non dimenticate: bisogna anche curarsi!

Per esperienza, queste indicazioni vi consentiranno, da sole, di alleviare i vostri dolori nel breve termine.

Tuttavia, è ben difficile che le emorroidi spariscano definitivamente solo seguendo questi consigli.

Per questo, va seguito un trattamento in grado di agire dal profondo. E che non solo allevi il vostro dolore, ma curi anche le crisi. Una buona volta per tutte.

Un trattamento in grado di agire dal profondo vi consentirà di alleviare i vostri dolori e, soprattutto, di guarire definitivamente!

Come forse sapete, io stessa son guarita definitivamente dalle emorroidi seguendo il trattamento Anti-Emorroidi. Più che un trattamento, lo si può definire un programma.

Si tratta di un metodo naturale, dolce e indolore. Era la mia ultima speranza prima di un intervento chirurgico. Fortunatamente, come per il 98,2% delle persone che hanno seguito questo programma, son riuscita a liberarmi delle mie crisi…

Trattamento antiemorroidi

banniere sidebar emorroidi addio

Benvenuti

francesca-paoli-emorroidi-addio

Benvenuti! Mi chiamo Francesca Paoli, ho 51 anni e sono la creatrice del sito.

Se ti trovi su questa pagina, è sicuramente perché soffri di crisi emorroidarie. Sfortunatamente, ne sono stata affetta anch’io per molti anni. Ho riposto molte speranze nel personale medico (ho consultato diversi specialisti) ma le soluzioni che mi son state proposte non hanno mai davvero funzionato.

Con molta pazienza e tenacia, son riuscita a superare questa prova. A oggi, ho in maniera definitiva la parola “fine” a quei dolori e a quegli anni tristi. Mi sento davvero rinata e, ormai, il mio intento è di aiutare il più possibile le persone a liberarsi delle crisi emorroidarie. Io ci sono riuscita! Credimi, ci riuscirai pure tu!

Supporto

supporto emorroidi addio1

supporto emorroidi-addio3

SICCR

supporto emorroidi-addio2