Se c’è una parola attorno alla quale sono a lungo girate informazioni fuorvianti, questa parola è proprio “emorroide”. Continuano, infatti, ad abbondare le leggende su quest’argomento; tutto ciò rende più difficile cercare di capire e conoscere i problemi legati alle emorroidi. Queste leggende, prive di ogni fondatezza, provocano stress e ansia in chi soffre di crisi emorroidarie.

emorroidi

Io ne sono stato uno sfortunato testimone per molti anni, prima di riuscire finalmente a liberarmi delle mie sofferenze e dei miei disagi quotidiani.

Il mio intento è semplice e immediato: voglio, tramite queste pagine, condividere con voi la mia esperienza, le mie conoscenze e i miei trucchi, i miei consigli e i metodi. Tutto ciò, per capire cos’è una crisi emorroidaria.

Ma, soprattutto, voglio aiutarvi a liberarvene. È possibile, io ne sono la prova: si può riuscire a porre sollievo alle proprie sofferenze in maniera naturale e duratura.

Emorroidi: il primo passo consiste nel capire

Innanzitutto, è importante ricordare che le emorroidi non sono una malattia.

Tutti, infatti, hanno le emorroidi. Si tratta di vene che si trovano all’interno o all’esterno dell’ano, nella donna così come nell’uomo.

Le emorroidi non sono una malattia

Queste vene si dilatano normalmente quando una persona va di corpo; ma, se la loro dilatazione si prolunga eccessivamente (o se diviene permanente), insorge il dolore. Questa è quella che viene definita una crisi emorroidaria. Benché siano più frequenti nell’uomo, le crisi emorroidarie possono colpire anche le donne e, più raramente, i bambini.

Emorroidi: ce ne sono di 2 tipi

È importante sapere che esistono due tipi diversi di emorroidi.

2 tipi emorroidi

Bisogna, infatti, fare la distinzione fra le emorroidi esterne e le emorroidi interne. Le prime, di gran lunga più frequenti, consistono in un’infiammazione delle vene che hanno sede nelle estremità laterali dell’ano. Le emorroidi interne, invece, consistono in una dilatazione prolungata delle vene situate all’interno dell’ano, più specificatamente nella parte terminale del retto.

Origine e sviluppo delle crisi emorroidarie

Le persone che soffrono di emorroidi si pongono spesso delle domande; fra queste, una delle più frequenti è circa l’origine stessa delle crisi emorroidarie. Ricercatori e scienziati hanno svolto diversi studi atti a stabilire le cause e gli elementi che favoriscono la comparsa di emorroidi.

I risultati, purtroppo, non consentono di stabilire una causa più rilevante rispetto ad altre. In modo generale, si afferma, dunque quanto segue: ogni attività che provoca una pressione costante al livello delle vene di ano e retto può spiegare la comparsa di crisi emorroidarie. Alcune di queste attività sono di facile identificazione. Per saperne di più, puoi consultare la sezione “Emorroidi: le cause alla base della loro comparsa”.

Ne consegue che lo sviluppo e l’evoluzione di una crisi emorroidaria dipendono direttamente dalla crescente intensità del dolore da esse generato.

Ovviamente è consigliabile prendere provvedimenti per porre sollievo al dolore, non appena esso compaia; si cerca, in tal modo, di evitare che la crisi divenga più grave.

Infatti, sebbene non costituiscano un reale pericolo, le emorroidi possono comportare delle complicazioni se non trattate correttamente. Fra queste, la più frequente è la trombosi emorroidaria. Si tratta di un coagulo di sangue che viene a formarsi in corrispondenza dell’emorroide. In casi molto rari si creano ferite il cui perimetro aumenta notevolmente se la crisi emorroidaria non viene trattata.

Crisi emorroidarie: le soluzioni per liberasene

È un dato di fatto ormai constatato: i medici non sanno curare le emorroidi!
Quando si viene colpiti da una crisi emorroidaria, si presenta un grosso quanto spiacevole problema: le risposte date dalla medicina tradizionale sono o inefficaci, o completamente inadatte.

Infatti, benché siano, generalmente, la prima cura alla quale si ricorre, creme e pomate antiemorroidarie sono spesso inefficaci.
Di contro, l’intervento chirurgico è un’operazione pesante e costosa che non sempre garantisce la totale sparizione delle crisi.

Esiste una soluzione rapida, naturale ed efficace

Per fortuna esiste una terza opzione, in aggiunta alle prime due poco efficaci: si tratta di una cosa naturale e priva di costi eccessivi; presenta, inoltre, delle probabilità di riuscita particolarmente elevate.

È proprio questa soluzione che mi ha permesso di liberarmi definitivamente delle mie crisi emorroidarie. Il trattamento antiemorroidi non si vuole spacciare per una soluzione miracolosa, né tanto meno si tratta di un intervento chirurgico traumatizzante.

È il semplice frutto di metodi naturali, indolori, e ampiamente testati con successo. Ancora poco diffuso in Italia, questo metodo si sta facendo strada e, a oggi, è un’alternativa sempre più consigliata dal personale medico; poiché, col passare degli anni, anche questi ultimi son stati costretti a riconoscere l’indubbia e incontestabile efficacia di questo programma.

francesca-paoli-emorroidi-addio

Benvenuti! Mi chiamo Francesca Paoli, ho 51 anni e sono la creatrice del sito.

Se ti trovi su questa pagina, è sicuramente perché soffri di crisi emorroidarie. Sfortunatamente, ne sono stata affetta anch’io per molti anni. Ho riposto molte speranze nel personale medico (ho consultato diversi specialisti) ma le soluzioni che mi son state proposte non hanno mai davvero funzionato.

Con molta pazienza e tenacia, son riuscita a superare questa prova. A oggi, ho in maniera definitiva la parola “fine” a quei dolori e a quegli anni tristi. Mi sento davvero rinata e, ormai, il mio intento è di aiutare il più possibile le persone a liberarsi delle crisi emorroidarie. Io ci sono riuscita! Credimi, ci riuscirai pure tu!

Trattamento antiemorroidi

banniere sidebar emorroidi addio

Supporto

supporto emorroidi addio1

supporto emorroidi-addio3

SICCR

supporto emorroidi-addio2